Sentieri di pace Onlus

Non c’è una strada per la Pace. La PACE è la strada che possiamo tracciare solo percorrendola (Gandhi)

A seguito delle osservazioni pervenuteci in data 21 Giugno tramite PEC ( Posta Elettronica Certificata ) dalla Regione Emilia Romagna si rende necessario aggiornare entro il termine di 60 giorni l’attuale statuto dell’Associazione permettendo il voto anche ai soci minorenni e ai soci onorari: tali modifiche sono indispensabili al fine di permettere l’iscrizione di Sentieri di Pace al RUNTS ( Registro Unico Nazionale del Terzo Settore ), per tale ragione viene indetta l’Assemblea Straordinaria che si terrà

VENERDI’ 8 LUGLIO 2022 con inizio alle 21,00 presso l’Oratorio Don Bosco di Osteria Grande

La validità di quanto deciso in occasione dell’Assemblea Straordinaria è condizionata alla presenza fisica o tramite delega di almeno tre quarti del numero totale degli iscritti per il corrente anno sociale : ogni socio presente potrà portare fino ad un numero massimo di tre deleghe di soci che, per i più svariati motivi, non potranno essere presenti alla riunione.
La comunicazione dell’Assemblea Straordinaria è già stata inviata tramite mail o posta ordinaria a tutti i soci

In occasione della riunione indetta per Domenica 29 Maggio presso l’Oratorio Don Bosco di Osteria Grande l’Assemblea dei Soci ha proceduto all’ elezione del Consiglio Direttivo che rimarrà in carica per il triennio 2022 – 2025.

I nove Consiglieri eletti sono: Mauro Bergami, Maurizio Ferrari, Fausto Fracca, Marinella Merighi, Anna Molinari, Marco Nigrisoli, Francesca Strazzari, Daniela Urru e Vincenzo Zacchiroli.

Nella prima riunione del nuovo Consiglio Direttivo tenutasi mercoledì 8 Giugno si è poi disposto, a maggioranza assoluta, di procedere ( come previsto dall’articolo 7 dello statuto ) alla estensione del numero dei consiglieri da nove ad undici: in base a questa decisione entrano quindi a far parte del nuovo Consiglio Direttivo, in base ai risultati delle elezioni del 29 Maggio, anche Paolo Piazza e Jacopo Zacchiroli.
Nell’ambito della stessa riunione sono poi stati rispettivamente eletti, da parte dei consiglieri presenti, il Presidente, il Vicepresidente e il Segretario nelle persone di Maurizio Ferrari, Marco Nigrisoli e Francesca Strazzari

E’ convocata per Domenica 29 Maggio nell’Oratorio Don Bosco di Osteria Grande, con inizio alle ore 16, l’Assemblea dei soci che sarà chiamata ad approvare il bilancio dell’esercizio 2021/2022 ( dal 01/03/2021 al 28/02/2022 ) e ad eleggere i componenti del nuovo Consiglio Direttivo che rimarrà in carica per il prossimo triennio.
Si allegano i relativi documenti che saranno inviati ai soci e simpatizzanti tramite posta ordinaria o posta elettronica.

Ricominciamo ……… o almeno, ci proviamo!
A distanza di 3 anni dall’ultima gita in Umbria siamo a proporre l’escursione di un solo giorno, domenica 5 Giugno, al lago di Garda.
Meta principale sarà il borgo di Bardolino, situato in una insenatura della sponda orientale del lago e famoso per l’omonimo vino. Diverse sono le mete di carattere artistico, quali la chiesa di San Zeno e di San Severo oltre che di interesse culturale: il Museo del Vino, dove sono esposti i principali attrezzi vitivinicoli usati nel passato e l’altrettanto famoso Museo dell’Olio nel quale è possibile ammirare un frantoio dell’800 ancora funzionante.
Dopo il pranzo ( al sacco o al ristorante, a scelta ) avverrà il trasferimento in battello a Desenzano del Garda dove visiteremo una Villa Romana famosa per i suoi pavimenti a mosaico ( chi avesse problemi per il trasferimento in battello potrà usufruire del pullman ).
La partenza da Osteria Grande è fissata alle ore 7,00 con rientro previsto per le ore 20,00 :
la quota di partecipazione è di 50 € per gli adulti e di 30 € per ragazzi di età inferiore ai 13 anni.
All’atto della iscrizione è richiesta una caparra di 20 €, nelle quote di partecipazione citate sono compresi i trasferimenti in pullman, il costo del battello, dell’assicurazione in caso di infortuni durante il viaggio  e dell’iscrizione a socio di Sentieri di Pace ( quest’ultima condizione è necessaria per usufruire della polizza infortuni che per legge l’associazione deve contrarre al fine di assicurare i partecipanti all’iniziativa ).
Per prenotazione e/o maggiori informazioni potete contattare
Eleonora 339 8852381.        Maurizio. 335 7069286
 

E’ un dato di fatto che il lockdown causato dalla pandemia ha fatto crescere il disagio mentale in tutto il mondo e che è aumentato concretamente il rischio della comparsa nella popolazione di sintomi da stress post-traumatico. Questo stress è principalmente legato alla preoccupazione per la propria salute, alla percezione di non poter proteggere se stessi e i propri cari, all’isolamento sociale imposto dal confinamento, ai timori legati all’immobilismo dell’economia aggravata dalla guerra in Ucraina.
Quali i rimedi per ridurre questo stress e in particolare l’isolamento sociale al quale siamo stati per lungo tempo obbligati? Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, il rimedio consiste nel vincere la pigrizia che si è impadronita di noi riprendendo, pur con tutte le precauzioni del caso che la situazione ancora merita, una vita nella quale trovino di nuovo posto le relazioni sociali.
E’ con questo intento che ti invitiamo a partecipare alla serata dedicata a Bukavu che avrà luogo presso il nostro oratorio nella serata di Sabato 7 Maggio con inizio alle ore 20,45 ( fino ad avviso contrario valgono le regole vigenti relative all’uso della mascherina FFP2 e all’esibizione del Green Pass per accedere al salone dell’oratorio ).
Saranno presenti alcuni volontari appartenenti al Gruppo Missioni dell’Oratorio San Giacomo di Imola che ci illustreranno le loro esperienze nel sostegno ai progetti umanitari che da oltre 20 anni hanno in corso in questa regione nord-orientale della Repubblica Democratica del Congo. Come è noto, abbiamo iniziato due anni fa questa collaborazione col Gruppo Missioni principalmente dedicata ai problemi della malnutrizione e dell’educazione scolastica, è nostra intenzione fare conoscere ai nostri soci e simpatizzanti questa nuova realtà che potrebbe diventare un nuovo progetto da aggiungere a quelli attualmente in corso.
Per le ragioni esposte contiamo su una significativa partecipazione dei nostri soci e simpatizzanti a questa proposta.

Nel pomeriggio di martedì 5 Aprile abbiamo consegnato al centro raccolta bolognese della Comunità di Sant’Egidio, situato presso la parrocchia di San Vincenzo dei Paoli in via Ristori 1, cinque colli  di medicinali e un sesto collo contenente dispositivi medici vari ( aghi, siringhe, cateteri, bende, garze,…. ) .

Pronti per la spedizione!

Tutto questo materiale verrà a breve trasferito al centro di raccolta di Padova dove, unitamente ad altri medicinali, proseguirà per l’Ucraina: la destinazione finale è il centro di distribuzione di Leopoli, vedasi al riguardo il linkhttps://www.santegidio.org/pageID/30284/langID/it/itemID/47221/%C3%88-arrivato-a-Leopoli-il-secondo-carico-di-aiuti-la-Comunit%C3%A0-ucraina-al-lavoro-per-distribuirlo-all-ospedale-pediatrico-e-nelle-zone-pi%C3%B9-interne-dell-Ucraina.html
( per quanto mi è stato riferito da un volontario che opera nella struttura bolognese,  la Comunità ucraina di Sant’Egidio si è da poco forzatamente trasferita a Leopoli a seguito del bombardamento della loro sede principale di Kiev ).
Ai farmaci selezionati dalla Auser di Ravenna che ci sono pervenuti tramite Last Minute Market abbiamo aggiunto quelli provenienti dalle farmacie dei Comuni di Castel San Pietro, Ozzano e Dozza : grazie alle nostre farmaciste che costituiscono la colonna portante del progetto Farmaco Amico, progetto al quale Sentieri di Pace aderisce da oltre quattro anni come ente selezionatore per i Comuni citati, sono stati selezionati farmaci per un importo complessivo di 9.342 € . A questi farmaci è stato aggiunto un sesto scatolone di dispositivi medici che si sono resi disponibili grazie anche alla generosità di alcuni soci che con le loro offerte ci hanno permesso di acquistarli. 

Selezione dei farmaci

Possiamo quindi pensare che il colibrì della nostra favola africana stia accingendosi a volare in Ucraina portando la sua goccia di solidarietà: un piccolissimo contributo per spegnere un grosso incendio che, come evidenziato da Papa Francesco in occasione di una recente udienza in sala Nervi nella quale ha ripercorso il recente viaggio a Malta, rappresenta il simbolo di “una guerra sacrilega fomentata da qualche potente tristemente rinchiuso nelle anacronistiche pretese di interessi nazionalisti”Con l’auspicio che tale incendio di enormi proporzioni possa estinguersi nel più breve tempo possibile porgo il mio più sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno dato il loro sostegno a questa nostra iniziativa.

Con i volontari bolognesi della Comunità di Sant’Egidio

Organizziamo per sabato 2 Aprile nel pomeriggio una visita guidata a Bentivoglio: partenza dal piazzale della chiesa alle 13,30, con l’auto raggiungeremo Bentivoglio dove visiteremo l’omonimo castello, il Mulino Pizzardi e Palazzo Rosso.

Costruito fra il 1475 e il 1481 nel periodo di massimo splendore della signoria di Giovanni II Bentivoglio, il castello ( denominato Domus Jocunditatis, cioè Casa della Gioia ) era la residenza di svago della nobile famiglia bolognese.
Durante la visita all’interno del castello, potremo ammirare la suggestiva sala denominata ” Storie del pane” caratterizzata da alcuni splendidi affreschi cinquecenteschi che illustrano la vita agreste delle terre dei Bentivoglio mentre nella cappella e in altre stanze troveremo decorazioni che richiamano la simbologia e la vita religiosa della Signoria Bolognese.
Continueremo con la visita guidata  al Mulino Pizzardi, straordinario esempio dell’archeologia industriale del bolognese sorto sul canale Navile in località Ponte Poledrano a metà del 1300.
Cardine dell’attività economica della bassa pianura bolognese, nella seconda metà del Quattrocento passò nelle mani del signore di Bologna, Giovanni II Bentivoglio. La famiglia Pizzardi lo acquistò nel 1817 assieme al complesso di edifici e attività che era sorto tra i due rami del canale Navile. Dopo anni di prosperità alternati a stagnazione, l’ultimo proprietario, il marchese Carlo Alberto, diede corpo a un programma di modernizzazione del Mulino, ampliando l’edificio e implementando nuove macchine per la lavorazione dei cereali della sua tenuta agricola. Dato in locazione nel periodo tra il 1930 e il 1960, nei primi anni Settanta si arrivò alla chiusura definitiva del mulino.
Concluderemo la visita a Palazzo Rosso, uno dei più noti esempi di stile Liberty bolognese, abitazione padronale del Marchese Carlo Alberto Pizzardi, ultimo esponente di una nobile e ricca famiglia bolognese.
Il rientro a Osteria Grande è previsto alle ore 18,30, per prenotazioni e maggiori dettagli contattare

Eleonora 339 8852381. Maurizio 335 7069286

Pasqua si avvicina, cosa ne dici di festeggiarla insieme con noi aiutandoci a sostenere i progetti di Sentieri di Pace? Come lo scorso anno siamo a proporti la fornitura di alcuni prodotti tipici del periodo pasquale, in dettaglio: una colomba da 750 grammi,  un uovo di cioccolato ( al latte o fondente ) da 350 grammi, una bottiglietta da un quarto di litro di mirto artigianale.
Non abbiamo alcuna preclusione, anzi saremo molto felici, a fornirti anche una eventuale combinazione dei prodotti citati,  queste le diverse opzioni che ti proponiamo con le seguenti offerte minime:

1 – Colomba da 750 grammi.    12 €
2 – Uovo ( al latte o fondente )  8 €
3 – Mirto ( 25 centilitri ).        8 €
4 – Colomba + Uovo              19 €
5 – Colomba + Mirto.            19 €
6 – Colomba + Uovo + Mirto   25 €

Per le prenotazioni e per avere maggiori dettagli puoi fare riferimento a Eleonora ( 339 8852381 ) o Maurizio ( 335 7069286 )

L’adesione a questa nostra iniziativa ti consentirà di esprimere in modo tangibile il contributo che darai per la continuità dei progetti sostenuti dalla nostra Associazione e per il quale ti ringraziamo fin da ora.

Un cordiale saluto dal Consiglio Direttivo di Sentieri di Pace

Marinella Merighi, Francesca Strazzari, Daniela Urru, Mauro Bergami, Maurizio Ferrari, Fausto Fracca, Paolo Marani, Cesare Strazzari, Jacopo Zacchiroli, Massimo Zappoli

……. è questo il motto che sintetizza la cittadinanza attiva, intesa come l’insieme di forme di auto-organizzazione che hanno lo scopo di tutelare i beni comuni e sostenere soggetti in condizioni di debolezza. Fra questi beni comuni al primo posto figura la PACE, valore universalmente riconosciuto in grado di superare ogni pregiudizio ideologico e qualsiasi barriera sociale e/o religiosa. Oggi, come ben sappiamo, la Pace mondiale è seriamente in pericolo per quanto sta avvenendo in Ucraina: è mia opinione che non possiamo limitarci ad una condanna puramente verbale davanti alla televisione che ci sta facendo vedere gli orrori della guerra, ma che sia necessario svolgere, da parte di ognuno di noi, una partecipazione attiva di condanna a questa tragedia. Per questa ragione sono a sottoporvi l’invito che ci viene rivolto  a partecipare alla manifestazione ” Abbraccio per la Pace ” che si terrà a Castel San Pietro Mercoledì 2 Marzo alle ore 18,00 in piazza XX Settembre. Questo evento, al quale invito tutti coloro che fossero liberi da impegni, potrà poi essere anche il preludio alla preghiera per la Pace che innalzeremo a nostro Signore in occasione della cerimonia del Mercoledì delle Ceneri che si terrà alle 20,30 nella nostra chiesa parrocchiale di Osteria Grande.
Una esortazione: facciamo in modo di dare una dimostrazione tangibile al motto ” IO CI SONO ” con la nostra presenza e partecipazione !

E’ questo l’appello di Papa Francesco rivolto ai presenti in occasione dell’udienza di ieri pomeriggio: 

” Gesù ci ha insegnato che alla insensatezza diabolica della violenza si risponde con le armi di Dio, con la preghiera e il digiuno: invito tutti a fare del 2 Marzo, Mercoledì delle Ceneri, una giornata di digiuno per la Pace. La Regina della Pace preservi il mondo dalla follia della guerra. Quanti hanno responsabilità politiche facciano un serio esame di coscienza davanti a Dio, che è Dio della pace e non della guerra, che è Padre di tutti, non solo di qualcuno e che ci vuole fratelli e non nemici”.

Oggi, come non mai, abbiamo necessità di elevare la nostra preghiera per evitare la catastrofe di un incendio che rischia di propagarsi a tutta l’Europa: per tale ragione aderiamo tutti all’appello di Papa Francesco e facciamo dell’imminente Mercoledì delle Ceneri una giornata di preghiera e digiuno per la Pace.