Sentieri di pace Onlus

Non c’è una strada per la Pace. La PACE è la strada che possiamo tracciare solo percorrendola (Gandhi)
il tradizionale pranzo a favore del progetto Brasile si terrà in Oratorio domenica 6 Maggio con inizio alle ore 12,30.
Seguirà la immancabile lotteria i cui premi saranno messi a disposizione dei commercianti locali che fin da ora ringraziamo per la grande generosità che da sempre li caratterizza.
Nel volantino allegato trovate tutte le informazioni relative al menù proposto e alle modalità di prenotazione: inutile aggiungere che vi aspettiamo numerosi per dare ancora una volta una forte risposta e una dimostrazione tangibile della parola solidarietà.
 
La tradizionale gita annuale di sentieri di Pace ci porterà nel fine settimana 12-13 maggio in Umbria, una regione che abbiamo già visitato in altre quattro precedenti occasioni e che è caratterizzata da molteplici anime e diversi profili, dove è possibile addentrarsi in una dimensione nella quale si fondono armonicamente eccellenze ambientali, testimonianze artistiche e suggestioni spirituali.
Andremo nella giornata di sabato 12 maggio nella terra natale di  Santa Rita per scoprire le virtù di una santa fra le più venerate ed amate, definita ” santa dei casi impossibili “.
Nella mattinata di domenica 13 maggio saremo a Montefalco, paese di un celebre vino, il Sagrantino. Il borgo di Montefalco è definito “ringhiera dell’Umbria” in quanto sorge su un colle di ulivi e vigneti dal quale si gode una spettacolare veduta panoramica che abbraccia Perugia, Assisi, Spello, Bevagna, Trevi , Spoleto mentre all’orizzonte si stagliano il Subasio e i monti Martani. 
 
Visiteremo la chiesa di San Francesco, edificata fra il 1335 e il 1338, che è oggi sede del Museo Civico: l’interno della struttura  ospita un ciclo di 12 affreschi di Benozzo Bozzoli ( allievo del Beato Angelico ) e una splendida Natività del Perugino.
Dopo il pranzo ci sposteremo a Perugia per una visita guidata ai principali monumenti del capoluogo umbro ( Palazzo dei Priori, fontana Maggiore, Arco Etrusco, Rocca Paolina, Cattedrale di San Lorenzo )
 
Questo il programma dettagliato:
 
 
 

La cena primaverile di Sentieri di Pace alla quale sono invitati tutti i soci e simpatizzanti si terrà 
 
SABATO 7 APRILE in Oratorio alle ore 20,00 
 
Nel corso della cena i soci saranno chiamati ad approvare il bilancio dell’anno conclusosi a fine febbraio. Non sono ovviamente esclusi ma, al contrario, caldamente invitati anche i loro amici e familiari che desiderino trascorrere una serata conviviale in un clima di serenità e amicizia.
In questa occasione andremo anche a fornire i dettagli della GITA che effettueremo nel fine settimana 12-13 Maggio a Cascia, Roccaporena, Montefalco e Perugia.
La cena è ad offerta libera con prenotazione ai soli fini organizzativi entro giovedì 5 Aprile telefonando a
FAUSTO   051 6958269   ELEONORA  339 8852381
Come da tradizione ormai consolidata, ci affidiamo alla fantasia dei partecipanti per terminare la serata nel migliore dei modi: chi vorrà ( non è quindi necessariamente un obbligo ), potrà portare un dolce preparato in casa ( ci piace in particolare insistere su quest’ultimo aspetto ) e aumentare così la varietà dei dessert che verranno messi a disposizione dei commensali.

A tutti voi e ai vostri famigliari i migliori Auguri di una Santa Pasqua

Tra il Rinascimento e il Barocco: la grande mostra al Museo San Domenico di Forlì inaugurata sabato 10 febbraio descrive un itinerario all’interno di un secolo compreso fra un superbo tramonto, l’ultimo Rinascimento, e l’età barocca

                                               Correggio  – Compianto sul Cristo morto

proponendo 190 opere di 50 importanti artisti quali Caravaggio, Michelangelo, Raffaello, i fratelli Carracci, Tiziano, Rubens, Brueghel, El Greco, Correggio e Guido Reni.
Abbiamo organizzato per sabato 24 marzo alle ore 15,00 una visita guidata che, come suggerito dal titolo della mostra, si snoda attraverso un percorso culturale innovativo alla ricerca di un rispecchiamento fra i valori eterni e quelli storici.

                                                      Caravaggio – Madonna dei pellegrini

Il costo, comprensivo di viaggio in pullman, ingresso e visita guidata, è di 30 €.

Prenotazioni, fino ad esaurimento dei posti disponibili,  presso Eleonora 339 8852381  ,  Fausto  051 6958269 mediante versamento di 10€ a titolo di caparra.

Partenza in pullman alle ore 13,30 dal piazzale della chiesa, rientro previsto a Osteria Grande entro le 19,30.

                                                           Rubens – Adorazione dei pastori

A Parigi, nel periodo compreso fra il 1928 e il 1933, il gruppo de Les Italiens ( Campigli, de Chirico, de Pisis, Savinio, Severini, Tozzi , René Paresce ) riporta la pittura italiana al centro della scena artistica europea.
La mostra presso il Complesso di Santa Maria della Vita ( Bologna, via Clavature 8 – 10 ) valorizza la figura di René Paresce – fisico, pittore e intellettuale del gruppo – e ricostruisce il ruolo importante che Les Italiens ebbero nella sperimentazione tecnica e nell’abilità di unire il moderno con la tradizione: attraverso una selezione di 73 opere viene proposto questo singolare personaggio amico di Picasso e Modigliani che a Parigi ha dipinto molte delle sue tele vivendo da protagonista gli avvenimenti artistici del suo tempo.

 

Abbiamo organizzato una visita guidata per domenica 11 Febbraio, con orario di inizio alle 15,30:  al termine della mostra sarà possibile ammirare il Compianto, complesso scultoreo in terracotta di Nicolò dell’Arca , ospitato nello stesso  complesso di Santa Maria della Vita.

Costo ( comprensivo di visita guidata e ingressi per la mostra e il Compianto ) : 13 €
La partenza è fissata per le ore 14,00 in auto dal piazzale della chiesa. Parcheggiata l’auto a San Lazzaro, alle 14,30 in autobus raggiungeremo il centro di Bologna dove, alle 15,30, in via Clavature avrà inizio la visita guidata.
Sono aperte le iscrizioni presso Eleonora 339 8852381    e     Fausto 051 6958269

 

Il messaggio di Papa Francesco relativo alla cinquantunesima Giornata Mondiale della Pace è dedicato all’attuale tema dei migranti e dei rifugiati.

Messaggio Pace 2018

A tutti voi i migliori Auguri di un felice e prospero Anno Nuovo 2018

All’interno della bellissima Basilica Palladiana di Vicenza è in corso la mostra di pittura VAN GOGH – TRA IL GRANO E IL CIELO monografica di 129 opere ( 43 quadri e 86 disegni ) del celebre pittore olandese.  Nella mattinata di venerdì 29 dicembre prenderemo parte ad una visita guidata della mostra che copre l’arco degli ultimi 10 anni di produzione dell’artista. Nel primo pomeriggio, dopo il pranzo ( al sacco o al ristorante, a scelta dei partecipanti ) seguirà il trasferimento in pullman a Marostica, bella cittadina posta ai piedi dell’Altopiano di Asiago, famosa in tutto il mondo per la celebre gara degli scacchi viventi che ogni 2 anni viene disputata sulla piazza prospiciente il Castello Inferiore. La città è caratterizzata da una cinta muraria lunga circa 1.800 metri dotata di camminamenti che mette in comunicazione il Castello Superiore e quello Inferiore: le quattro porte permettono di accedere al centro storico con la magnifica Piazza degli Scacchi. Quota totale di partecipazione comprensiva di viaggio andata e ritorno in pullman Osteria Grande-Vicenza-Marostica, ingresso e visita guidata alla mostra di VAN GOGH : 50 €  .  Prenotazioni presso Eleonora  tel 339 8852381, caparra di 20 € da versare all’atto dell’iscrizione  

Il Natale chiama alla Pace e alla Salvezza

Dal messaggio di Natale diffuso a Gerusalemme da padre Francesco Patton, custode di Terra Santa:

“Il Natale è un dono di salvezza che può cambiare la nostra vita e la nostra storia malgrado le tante apparenze di segno contrario che la cronaca quotidiana e l’esperienza personale ci mettono dinnanzi.
Da cosa può mai salvarci un bambino avvolto in fasce che giace in una mangiatoia?
Innanzitutto, un bambino in fasce può salvarci da una impostazione di vita falsata: non distingue il valore del danaro, non sa ancora cos’è una carta di credito, non ha bisogno dello smartphone, né di internet o di Facebook per comunicare, chiede semplicemente il latte materno, il calore del contatto umano, la vicinanza e la cura di qualcuno. Ma può anche salvarci dal nostro vivere ripiegati e accartocciati nella preoccupazione per noi stessi! Proprio perché piange ci costringe a dimenticarci un po’ delle nostre lacrime; perché ha fame ci costringe a preoccuparci meno dei nostri bisogni; proprio perché ha bisogno di cure e di attenzioni ci costringe a non metterci troppo spesso al centro dell’universo e ci educa ad amare! Un bambino in fasce può salvarci dalla nostra presunzione, dalla prepotenza e dall’orgoglio, dal desiderio di farci valere a tutti i costi! Lui si presenta indifeso e ci disarma il cuore! Incapace di distinguere il ricco dal povero, il debole dal potente, il grande dal piccolo, ci fa tutti uguali davanti a sé e fa sentire anche noi piccoli allo stesso modo. Ci costringe a imparare il suo linguaggio, a tornare bambini, ritrovando le parole e i gesti semplici di quando eravamo piccoli, senza inganni, senza doppiezze e senza false astuzie. Infine, può salvarci dal pessimismo, dalla sfiducia, dalla paura della morte, perché ci mette davanti agli occhi il mistero e il miracolo della vita e quando sorride diventa l’immagine stessa della felicità, ci fa dimenticare ogni sconforto, ogni angoscia, ogni male!
 In quel bambino che si chiama Gesù, batte il cuore stesso di Dio. A braccia aperte il Bambino di Betlemme si offre e si consegna a noi, capace di donare il più bel sorriso, ma al tempo stesso fragile, indifeso e bisognoso di tutto.
Che ciascuno e ciascuna di noi, in questo santo Natale, sappia aprire le braccia per accogliere, con generosa tenerezza il Bambino di Betlemme, ma anche tutti i piccoli nei quali oggi Egli si rende presente”.