Sentieri di pace Onlus

Non c’è una strada per la Pace. La PACE è la strada che possiamo tracciare solo percorrendola (Gandhi)

Come previsto dall’articolo 7 dello statuto, in occasione della prima riunione del Consiglio Direttivo tenutasi in data 16 Aprile sono stati eletti, rispettivamente alle cariche di presidente, vicepresidente e segretario i seguenti membri: Maurizio Ferrari, Paolo Marani e Francesca Strazzari.
Nella stessa riunione i nove consiglieri hanno deciso alla unanimità di estendere, in accordo con quanto previsto dallo stesso articolo 7 dello statuto, il numero dei componenti il consiglio Direttivo da 9 a 10 chiamando a farne parte Cesare Strazzari: tale decisione unanime è stata presa in considerazione della parità delle preferenze espresse dai Soci in occasione delle votazioni tenutesi in data 6 Aprile fra i candidati Massimo Zappoli e Cesare Strazzari.
A Cesare va il nostro più caloroso saluto e ringraziamento per il prezioso contributo che da sempre ha elargito a Sentieri di Pace.

Buona Pasqua

In occasione della cena sociale di Sabato 6 Aprile alla quale hanno partecipato 140 soci e simpatizzanti, sono stati eletti i componenti del nuovo Consiglio Direttivo che sarà chiamato a promuovere e sostenere i progetti dell’Associazione per il prossimo triennio.
I 109 soci votanti hanno espresso le loro preferenze in favore di Mauro Bergami, Maurizio Ferrari, Fausto Fracca, Paolo Marani, Marinella Merighi, Francesca Strazzari, Daniela Urru, Jacopo Zacchiroli e Massimo Zappoli.
Entro una decina di giorni verrà convocata la prima riunione del nuovo Consiglio direttivo che in quella occasione provvederà ad eleggere al suo interno, come da articolo 7 delle Statuto, le cariche di Presidente, Vicepresidente e Segretario.
Nella stessa serata è stato approvato dall’Assemblea il bilancio dell’anno sociale 2018-2019, i relativi dati sono riportati alla paginahttp://www.sentieridipace.it/?page_id=6558

La cena è fissata per sabato 6 Aprile con inizio alle ore 20,00 nel salone dell’Oratorio Don Bosco di Osteria Grande: è aperta a tutti ( soci e simpatizzanti ) e ad offerta libera.
Durante la serata verrà presentato per l’approvazione il bilancio consuntivo dell’anno sociale 2018/19 appena terminato e si darà luogo alla elezione del nuovo Consiglio direttivo che rimarrà in carica per il prossimo triennio

Domenica 17 Marzo sul piazzale della chiesa all’uscita delle diverse messe ( compresa la prefestiva di sabato 16 ) abbiamo dato luogo alla vendita delle raviole di San Giuseppe, tipico dolce della tradizione contadina bolognese.
Fatte con un impasto simile alla pasta frolla e ripiene di mostarda o di altri tipi di confetture, le raviole venivano utilizzate nella ricorrenza della festa di San Giuseppe per festeggiare la fine dell’inverno e la ripresa dei lavori nei campi : nella tradizione contadina questi dolci venivano appesi alle siepi lungo le strade o poste su un piatto alle finestre e messe a disposizione di coloro che passavano.
Una divertente leggenda che ci riferisce il noto enogastronomo bolognese Alessandro Molinari Pradelli riguarda proprio l’origine della raviola.
Nel Tomo I, capitolo IV della Istoria delle celeberrime glorie di Messer Viscardi viene così raccontata : fuggendo dalla Palestina verso l’Egitto, San Giuseppe venne inseguito dai carabinieri. L’itinerario iniziale cambiò poiché il povero perseguitato continuava a fuggire per terre diverse, finchè approdò a Bologna e i carabinieri finalmente lo raggiunsero. Nella lotta disperata per liberarsi, il santo venne aiutato dall’intervento divino e riuscì a disarmare e a disperdere gli inseguitori. Durante le fasi concitate della rissa, il cappello di un carabiniere (raviola) rimase tra le mani di San Giuseppe. Il popolo bolognese esultante, volle ricordare l’avvenimento e venne dunque creato questo ottimo dolce, che richiama – appunto – la forma del cappello del carabinieri

Un grazie di cuore ai tanti che ci hanno aiutato nel rendere disponibili le raviole di San Giuseppe il cui ricavato pari a 945,01 € verrà utilizzato per sostenere i progetti dell’Associazione.

Basilica di San Francesco

La prima gita di Sentieri di Pace risale al 2005 e aveva per meta Assisi, città della Pace per antonomasia. Ci è sembrato giusto festeggiare la quindicesima edizione della nostra gita di maggio riproponendo la stessa meta e, per chi è intenzionato a fare un po’ di moto, la stessa camminata di 15 anni fa anche se dimezzata in termini di chilometraggio. Non partiremo da Valfabbrica ma dalla Pieve di San Nicolò percorrendo in 8,5 chilometri il sentiero utilizzato da San Francesco quando rientrava ad Assisi provenendo dalla Verna. E’ un bel tracciato ( vedi file allegato con descrizione del percorso e dell’altimetria) non particolarmente impegnativo ambientato in un paesaggio contraddistinto da ulivi, vigneti e campi di papaveri e che arriva al termine di una leggera salita a porta San Giacomo, luogo dal quale uscivano nel medioevo i pellegrini che si recavano a Santiago di Compostela e dal quale con un breve tratto in discesa si perviene alla basilica di San Francesco.
Per chi non cammina la proposta alternativa consiste nella visita alla Villa dei Mosaici a Spello. Nel luglio 2005, in un’area destinata ad un parcheggio, sono stati rinvenuti i resti di una importante villa romana risalente all’età imperiale ( I – II secolo dopo Cristo ):  nei 10 ambienti ritrovati sono conservati 500 metri quadrati di tappeti a mosaico di rara bellezza e che sono stati racchiusi all’interno di uno splendido  edificio aperto ai visitatori 4 anni fa.


Dopo il pranzo a Santa Maria degli Angeli ( al sacco o al ristorante, a scelta ), verrà effettuata una breve visita al Santuario all’interno del quale è collocata la Porziuncola, la chiesa dove San Francesco accolse Santa Chiara che lasciava la vita nel mondo per intraprendere la vita claustrale e il vicino luogo del Transito, il vano in pietra in cui era situata l’infermeria del primitivo convento e luogo dell’abbraccio di San Francesco con Sorella morte. Successivo trasferimento ad Assisi dove avverrà il ricongiungimento con coloro che hanno effettuato la camminata e visita al Sacro Convento dove, alle ore 16,00, ci è stata riservata una cappella della Basilica Inferiore per la celebrazione della Santa Messa. Alle 18,00 l’intera comitiva si trasferirà a Trevi per la cena e il pernottamento.
Domenica 12, dopo la colazione, ci porteremo a Bevagna dove la comitiva verrà divisa in quattro gruppi che, a rotazione, effettueranno il circuito medievale degli antichi mestieri

Il mastro cartaio

Questo viaggio alla scoperta degli antichi mestieri medievali consiste in un tuffo nel passato per scoprire tecniche e strumenti di lavoro utilizzati all’interno delle suggestive botteghe di Bevagna nelle quali artigiani Cartari, Ceraioli, Dipintori e Tessitori mostrano le varie fasi della loro produzione.
Dopo il ritorno in albergo per il pranzo la comitiva intraprenderà la via del ritorno facendo tappa nel pomeriggio a Città di Castello dove è prevista la visita guidata a Palazzo Vitelli, sede della Pinacoteca comunale dove sono custodite opere di artisti famosi quali Raffaello, Luca Signorelli e il Ghirlandaio.
Il rientro a Osteria Grande è previsto per le ore 21, sono aperte fin da ora le prenotazioni per le quali, fino ad esaurimento dei posti disponibili, è possibile contattare
ELEONORA ARDIZZI 339 8852381
FRANCESCA STRAZZARI 051 945359
DANIELA BALDAZZI 335 6770750

All’atto della prenotazione va versata la caparra di 50 €, le quote di partecipazione sono le seguenti : ADULTI 145 €
BAMBINI E RAGAZZI 1 – 14 anni GRATIS , GIOVANI 15-18 anni 50 €
La quota comprende: viaggio A/R in pullman, pensione completa in albergo ( cena e pernottamento del sabato, colazione e pranzo della domenica ) , ingresso alla Villa dei Mosaici di Spello, visite guidate al Circuito dei Mestieri medievali di Bevagna e alla Pinacoteca comunale di Città di Castello, assicurazione contro gli infortuni

Sabato 9 Febbraio alle ore 21,00 nel salone dell’Oratorio Don Bosco di Osteria Grande avverrà il debutto della Compagnia Apelle con la commedia ” Sogno di una Nottingham di terza età”.
Quest’ultimo sforzo teatrale della Compagnia Apelle intende creare in chiave umoristica un anello di congiunzione fra la vita medievale e le vicissitudini della nostra attuale società. La vicenda si svolge nella famosa contea di Nottingham dove tutti i protagonisti sono invecchiati : da Robin Hood a Re Riccardo, a Lady Marian, allo Sceriffo, tutti si portano dietro gli inevitabili malanni e frustrazioni esistenziali tipiche della terza età. L’ingresso è ad offerta libera, l’incasso verrà devoluto dalla Compagnia Apelle, che fin da ora ringraziamo per la consueta generosità e sensibilità, al progetto del recupero delle bambine di strada ad Haiti. Come noto il progetto Haiti è sostenuto da Sentieri di Pace dal 2010, anno nel quale un catastrofico terremoto in terra caraibica causò la morte di 222.00 persone e coinvolse oltre 3 milioni di abitanti.
Vi aspettiamo numerosi, a presto.



In data 8 dicembre è stato pubblicato il messaggio di Papa Francesco per la celebrazione della 52ma giornata mondiale della pace.

Il titolo, ” La buona politica è al servizio della pace”, ci ricorda come tale attività, se vissuta nell’ottica del servizio alla collettività e attuata nel rispetto della vita, della libertà e della dignità di ogni individuo, può diventare una forma eminente di carità.
Nel suo breve messaggio Papa Francesco cita “le beatitudini del politico ” proposte dal Cardinale vietnamita Francois-Xavier Nguyen Van Thuan, 8 beatitudini che sollecitano ad essere vissute da parte di coloro che profondono il loro impegno sociale a favore dell’interesse della collettività.
Il testo del messaggio di Papa Francesco lo trovate al seguente indirizzo

http://w2.vatican.va/content/francesco/it/messages/peace/documents/papa-francesco_20181208_messaggio-52giornatamondiale-pace2019.html

Come è noto, Ravenna è famosa in tutto il mondo per la ricchissima collezione di mosaici antichi conservati nelle sua Basiliche che a ragione sono state inserite nella lista Unesco dei  monumenti  definiti ” Patrimonio dell’Umanità “.
Abbiamo deciso di organizzare una gita per Vener28 Dicembre che prevede la visita guidata alle Basiliche di San Vitale, Sant’Apollinare Nuovo, Sant’Apollinare in Classe e al Mausoleo di Galla Placidia.

Partenza in pullman dal piazzale della chiesa alle 8,00 successive visite guidate alla Basilica di San Vitale, al Mausoleo di Galla Placidia e alla Basilica di Sant’Apollinare Nuovo. Dopo la pausa per il pranzo ( al sacco o al ristorante, a scelta ), successiva partenza in pullman per la visita guidata ai magnifici mosaici della Basilica di Sant’Apollinare in Classe.

Il rientro è previsto entro le 19,30, la quota di partecipazione è di 50 € con versamento, all’atto dell’iscrizione, della caparra cofirmataria di 20€ .
La quota comprende tutti i trasferimenti in pullman, i biglietti di ingresso ai 4 complessi e le relative visite guidate.

Prenotazioni, fino ad esaurimento posti disponibili, presso ELEONORA ( tel 339 8852381 )

A tutti i nostri Soci e simpatizzanti i migliori AUGURI 

BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO

da DANIELA URRU, FRANCESCA STRAZZARI, MAURO BERGAMI, FAUSTO FRACCA, CESARE STRAZZARI, JACOPO ZACCHIROLI, MAURIZIO FERRARI, VINCENZO ZACCHIROLI