A distanza di quasi 2 anni da quando il terremoto si è manifestato con le sue tragiche conseguenze nell’Italia centrale si iniziano a vedere i primi segni di una rinascita che, nonostante la forte determinazione dei cittadini residenti,  continua purtroppo ad essere frenata ed ostacolata da procedimenti burocratici che paiono non aver mai fine. 


A metà giugno dello scorso anno una delegazione della nostra Associazione aveva presenziato alla inaugurazione del Centro di Comunità di Norcia, a distanza di un anno la Caritas Umbria ci ha rivolto l’invito per partecipare alla festa con la quale gli abitanti di Cerreto di Spoleto avrebbero inaugurato domenica 8 Luglio in località Madonna di Costantinopoli il Centro di Comunità finanziato dalla Caritas austriaca 

Abbiamo preso spunto di questo invito per concederci sabato 7 una stupenda visione della fioritura delle lenticchie a Castelluccio  di Norcia: con questa meraviglia che i nostri occhi avevano colto abbiamo poi presenziato alle ore 11 del giorno dopo alla cerimonia di inaugurazione di questo nuovo Centro,  il quarto ad essere inaugurato dopo quelli di Norcia, Cascia ed Avendita.
In 8 rappresentanti della nostra Associazione abbiamo quindi assistito alla Santa Messa presieduta da Monsignor Renato Boccardo, Arcivescovo della Diocesi di Spoleto-Norcia, e alla quale hanno partecipato tantissime persone della zona felici per l’apertura di questa struttura  che sarà luogo di promozione delle attività sociali, culturali e ricreative, un ambiente pensato per il rafforzamento del tessuto sociale e ispirato a valori di solidarietà, condivisione e partecipazione.
Abbiamo respirato un’aria di fraternità  ed amicizia che in tutta franchezza ha commosso tutti noi, siamo stati trattati da ospiti speciali e fatti oggetto di tantissimi gesti di attenzioni e cordialità: come se non bastasse ci è stata regalata una supercesta con un enorme prosciutto, una forma di pecorino, vini Sagrentino e Montefalco Rosso, le immancabili lenticchie di Castelluccio,… una giornata speciale, da incorniciare fra gli episodi più belli della vita della nostra Associazione.
Non poteva finire che in gloria con un lungo ed interessante momento conviviale fatto di porchetta, norcineria varia, formaggi, trota marinata, panzanella ( una specialità del luogo )  e ovviamente una marea di dolci………. al termine la foto ricordo com Monsignor Boccardo e padre Josè Mecheril, parroco di Cerreto di Spoleto.

 

A seguire un articolo pubblicato su Umbria24 e relativo alla inaugurazione del Centro di Comunità

Pronto il quarto Centro Caritas per i terremotati, Boccardo: «Sia la casa di tutti»

 

ma questo non ci ha impedito di essere puntuali