Basilica di San Francesco

La prima gita di Sentieri di Pace risale al 2005 e aveva per meta Assisi, città della Pace per antonomasia. Ci è sembrato giusto festeggiare la quindicesima edizione della nostra gita di maggio riproponendo la stessa meta e, per chi è intenzionato a fare un po’ di moto, la stessa camminata di 15 anni fa anche se dimezzata in termini di chilometraggio. Non partiremo da Valfabbrica ma dalla Pieve di San Nicolò percorrendo in 8,5 chilometri il sentiero utilizzato da San Francesco quando rientrava ad Assisi provenendo dalla Verna. E’ un bel tracciato ( vedi file allegato con descrizione del percorso e dell’altimetria) non particolarmente impegnativo ambientato in un paesaggio contraddistinto da ulivi, vigneti e campi di papaveri e che arriva al termine di una leggera salita a porta San Giacomo, luogo dal quale uscivano nel medioevo i pellegrini che si recavano a Santiago di Compostela e dal quale con un breve tratto in discesa si perviene alla basilica di San Francesco.
Per chi non cammina la proposta alternativa consiste nella visita alla Villa dei Mosaici a Spello. Nel luglio 2005, in un’area destinata ad un parcheggio, sono stati rinvenuti i resti di una importante villa romana risalente all’età imperiale ( I – II secolo dopo Cristo ):  nei 10 ambienti ritrovati sono conservati 500 metri quadrati di tappeti a mosaico di rara bellezza e che sono stati racchiusi all’interno di uno splendido  edificio aperto ai visitatori 4 anni fa.


Dopo il pranzo a Santa Maria degli Angeli ( al sacco o al ristorante, a scelta ), verrà effettuata una breve visita al Santuario all’interno del quale è collocata la Porziuncola, la chiesa dove San Francesco accolse Santa Chiara che lasciava la vita nel mondo per intraprendere la vita claustrale e il vicino luogo del Transito, il vano in pietra in cui era situata l’infermeria del primitivo convento e luogo dell’abbraccio di San Francesco con Sorella morte. Successivo trasferimento ad Assisi dove avverrà il ricongiungimento con coloro che hanno effettuato la camminata e visita al Sacro Convento dove, alle ore 16,00, ci è stata riservata una cappella della Basilica Inferiore per la celebrazione della Santa Messa. Alle 18,00 l’intera comitiva si trasferirà a Trevi per la cena e il pernottamento.
Domenica 12, dopo la colazione, ci porteremo a Bevagna dove la comitiva verrà divisa in quattro gruppi che, a rotazione, effettueranno il circuito medievale degli antichi mestieri

Il mastro cartaio

Questo viaggio alla scoperta degli antichi mestieri medievali consiste in un tuffo nel passato per scoprire tecniche e strumenti di lavoro utilizzati all’interno delle suggestive botteghe di Bevagna nelle quali artigiani Cartari, Ceraioli, Dipintori e Tessitori mostrano le varie fasi della loro produzione.
Dopo il ritorno in albergo per il pranzo la comitiva intraprenderà la via del ritorno facendo tappa nel pomeriggio a Città di Castello dove è prevista la visita guidata a Palazzo Vitelli, sede della Pinacoteca comunale dove sono custodite opere di artisti famosi quali Raffaello, Luca Signorelli e il Ghirlandaio.
Il rientro a Osteria Grande è previsto per le ore 21, sono aperte fin da ora le prenotazioni per le quali, fino ad esaurimento dei posti disponibili, è possibile contattare
ELEONORA ARDIZZI 339 8852381
FRANCESCA STRAZZARI 051 945359
DANIELA BALDAZZI 335 6770750

All’atto della prenotazione va versata la caparra di 50 €, le quote di partecipazione sono le seguenti : ADULTI 145 €
BAMBINI E RAGAZZI 1 – 14 anni GRATIS , GIOVANI 15-18 anni 50 €
La quota comprende: viaggio A/R in pullman, pensione completa in albergo ( cena e pernottamento del sabato, colazione e pranzo della domenica ) , ingresso alla Villa dei Mosaici di Spello, visite guidate al Circuito dei Mestieri medievali di Bevagna e alla Pinacoteca comunale di Città di Castello, assicurazione contro gli infortuni