Questo è il braccialetto che è stato distribuito agli iscritti alla camminata di sabato 11 Maggio al Santuario della Madonna del Lato

Recentemente un caro amico di Ozzano, che aveva partecipato alla camminata, mi ha informato che stava partendo per il pellegrinaggio in Terra Santa organizzato dalla nostra Diocesi.
Come noto il pellegrinaggio, denominato di comunione e pace, è iniziato giovedì 13 Giugno e ha visto la partecipazione di 160 pellegrini guidati dal nostro Cardinale Matteo Zuppi.
Questo amico mi ha chiesto se poteva indossare durante il pellegrinaggio il nostro braccialetto: non ho avuto la minima obiezione , l’ho anzi ringraziato chiedendogli un favore, cioè di scattare una foto nella quale comparisse il nostro braccialetto e che avesse per sfondo un luogo santo di Gerusalemme.
A distanza di pochi giorni dalla conclusione del pellegrinaggio ho ricevuto questa foto che vi allego e nella quale compare, sulla parte destra, il nostro braccialetto

Il braccialetto è stato posto su una balaustra che raffigura una corona di rovi intrecciati .
Questa balaustra in ferro battuto e argento delimita la roccia sulla quale Gesù ha pregato prima di essere arrestato.
La roccia si trova nella Chiesa denominata dell’Agonia ed è situata sul Monte degli Ulivi : è delimitata da questa balaustra di rovi intrecciati opera dell’artista Alberto Gerardi.
La balaustra è completata da due colombe morenti che decorano gli spigoli e da 3 calici cui si abbeverano due colombe, uno per ogni lato della recinzione: la simbologia dell’opera allude alla Passione di Cristo e al suo martirio.
Il pellegrinaggio era iniziato giovedì 13 Giugno con lo sbarco dei 160 pellegrini all’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv con successivo trasferimento ad uno dei luoghi più caratteristici della Terra Santa: l’Orto degli Ulivi e l’annessa Basilica dell’Agonia.
In questa chiesa il Cardinale Patriarca Pizzaballa e il Custode della Terra Santa, padre Francesco Patton, hanno accolto i pellegrini e concelebrato la Messa col Cardinal Zuppi.

13 Giugno, Monte degli Ulivi, la roccia sulla quale ha pregato Gesù
Santa Messa concelebrata da Mons. Zuppi, Mons. Pizzaballa e Padre Francesco Patton

Voglio ringraziare di cuore questo mio carissimo amico di Ozzano: grazie a lui possiamo dire che anche Sentieri di Pace è arrivata in Terra Santa e ha partecipato idealmente al pellegrinaggio della nostra Diocesi.