Asociación Corazón Solidario – Misión Padre Dehón –
Camino Edison 4458 – Montevideo – Uruguay
Tel 00 5982 359-34-94
corazon.solidario.dehon@gmail.com
 

PROGETTO

“CASA PER ADOLESCENTI IN SITUAZIONI DI VULNERABILITA’”

INTRODUZIONE

 

La parrocchia Grotta di Lourdes il cui parroco è il padre dehoniano Francesco Bottacin, è ubicata nella zona nord est di Montevideo.

Presenta un’alta densità di popolazione ed è una delle zone economicamente più povere della città, con alta percentuale di disoccupazione; il lavoro dominante, accessibile a pochi, è presso agenzie di pulizia, nell’esercito, nelle forze di polizia, etc.

Le abitazioni sono costruzioni precarie prive di servizi igienici; questo, sommato alla mancanza di adeguate abitudini igieniche, determina un’elevata diffusione di malattie gastrointestinali, parassitarie e problemi odontoiatrici.

Spesso le famiglie sono monoparentali e matriarcali. La figura paterna è altalenante, poco presente e labile. In questo contesto si osservano grandi difficoltà nell’accettazione dei limiti e compaiono presto condotte distruttive.

La famiglia non opera funzione di contenimento; le carenze dei genitori, per la maggior parte persone cresciute in questa stessa realtà, sono la causa di cattiva alimentazione o denutrizione e rendono difficile l’inserimento di norme sociali corrette.

Si rileva un elevato grado di bocciature e di assenteismo scolastico.

Quanto sopra descritto determina un allontanamento dalle istituzioni che porta il giovane alla vita di strada e a condotte sbagliate.

Da qui l’esigenza di realizzare una casa assistita per giovani, approfittando dell’esistenza di alcune istituzioni e servizi presenti nella comunità, per cercare di dare risposte alle  necessità dei giovani di  elaborare un orizzonte e un progetto di vita possibile.

 

CONCETTO DI VULNERABILITA’ SOCIALE

La situazione sociale dell’adolescente è caratterizzata dall’alta possibilità di seguire percorsi sbagliati e distruttivi.

 

OBIETTIVO GENERALE

Favorire in giovani in situazione di vulnerabilità sociale lo sviluppo di un senso di appartenenza al gruppo come mezzo di trasmissione di valori; questo tramite la convivenza di  un gruppo costituito di 8 – max 12 giovani dai 12 ai 16 anni in una casa, in un contesto che ne favorisca il reinserimento educativo e sociale.

 

OBIETTIVI SPECIFICI E ATTIVITA’

OBIETTIVO SPECIFICO 1

Raccogliere i giovani da 12 a 16 anni della zone della parrocchia della “Grotta di Lourdes” offrendo loro uno spazio di convivenza in un luogo protetto dal lunedì al venerdì.

ATTIVITA’

Lavoro in parrocchia;

L’ingresso al luogo di accoglienza deve essere supervisionato da uno psicologo e assistente sociale del gruppo; autorizzazione alla partecipazione del giovane al progetto da parte della famiglia o dell’adulto responsabile.

 

OBIETTIVO SPECIFICO 2

Mantenere e migliorare i rapporti del giovane con la sua famiglia permettendo una distanza sana e adeguata dalla stessa.

 

ATTIVITA’

Visita del giovane alla propria famiglia i sabati e le domeniche;

Partecipazione a laboratori con partecipazione familiare su tematiche inerenti all’importanza del futuro dei giovani, i valori e la loro necessità.

 

OBIETTIVO SPECIFICO 3

Evitare la perdita delle buone abitudini apprese e stimolare l’acquisizione di nuove secondo la propria età e per favorire un adeguato inserimento sociale.

 

ATTIVITA’

All’interno della casa, partecipazione ai lavori necessari alla convivenza e al funzionamento della casa stessa;

Partecipazione ad una riunione settimanale in cui si discute il piano settimanale delle spese per la casa, l’ alimentazione e il funzionamento della convivenza giornaliera dei membri del gruppo.

 

OBIETTIVO SPECIFICO 4

Offrire strumenti perchè il giovane possa crearsi una vita indipendente.

 

ATTIVITA’

Seguire l’inserimento del giovane in un’istituzione educativa secondo le sue capacità e le sue motivazioni;

Lavorare in rete con le istituzioni del quartiere creando spazi sani ed opportunità per i giovani.

 

OBIETTIVO SPECIFICO 5

Valutazione

 

RISORSE NECESSARIE

 

RISORSE MATERIALI

 

–            Sistemazione e preparazione della casa

–            Arredamento della stessa

Cassa per il pagamento del consumo di:

–                      Acqua

–                      Luce

–                      Teléfono

–                      Tasse (permessi sanitari, di abitazione, etc.)

–                      Pulizie

 

Vedi Allegato I

RISORSE UMANE

Un laureato in discipline Sociali che si occuperà delle questioni necessarie di fronte alle istituzioni e farà da tramite tra la Commissione della casa e le famiglie dei giovani.

6 persone come supervisori (allegato 2) : 3 turni di 8 ore al giorno con compresenza di 2 supervisori per ogni turno. Uno di questi svolgerà la funzione di coordinatore (allegato 3).

Un laureato in Psicologia che seguirà i giovani cercando di favorire le relazioni interpersonali e con le famiglie.

Il gruppo multidisciplinare costituito da Coordinatore, Psicologo e laureato in discipline Sociali valuta i giovani ed elabora le informative mensili per la Commissione della casa.

 

ORGANIZZAZIONE

La casa è gestita dall’ Asociación Corazón Solidario Misión Padre Dheón, che definisce la Commissione responsabile. Il gruppo multidisciplinare risponde direttamente a tale Commissione.

Uno dei supervisori è il responsabile della piccola cassa per le spese giornaliere ed è incaricato della spesa, realizza un resoconto delle spese mensili che viene allegato all’informativa del gruppo multidisciplinare.