Sentieri di pace Onlus

Non c’è una strada per la Pace. La PACE è la strada che possiamo tracciare solo percorrendola (Gandhi)

 SABATO 20 NOVEMBRE alle 20,30 presso il nostro Oratorio.

 ALBERTO BOBBIO, Caporedattore e inviato di guerra di FAMIGLIA  CRISTIANA durante la guerra nei Balcani  (1992 – ’95) intervisterà Mons. PERO SUDAR, Vescovo Ausiliare di Sarajevo, sui temi riguardanti la situazione della Chiesa cattolica in Bosnia a 15 anni dalla fine della guerra nella ex Jugoslavia. prosegui la lettura…

Erano 112 i partecipanti alla seconda cena sociale dell’anno 2010.

Ospite della serata la signora Ivana Agosto, responsabile della Onlus “Pane condiviso” che ha sede a Passons di Pasian di Prato (Ud) e che ci ha illustrato con grande chiarezza ed estrema semplicità le difficoltà della ricostruzione che ancora sono presenti ad Haiti a distanza di 9 mesi dalla terribile catastrofe del terremoto. prosegui la lettura…

                             

Sabato 30 Ottobre presso l’oratorio Don Bosco alle ore 20,30 avrà luogo la cena sociale.

Sarà nostra ospite Ivana Agosto, responsabile della Associazione Onlus “Pane Condiviso” di Udine, che fin dal 1983 opera ad Haiti e che ci parlerà delle difficoltà che ne caratterizzano la ricostruzione dopo il terremoto di quest’anno. prosegui la lettura…

Osteria Grande, Sabato 20 Novembre ore 20,30
Sono ben noti l’affetto e la stima che proviamo per Monsignor  Pero Sudar, Vescovo Ausiliare di Sarajevo ed artefice delle Scuole per l’Europa, scuole multietniche a cui la chiesa cattolica bosniaca ha dato luogo dopo la feroce guerra nei Balcani del periodo 1992 – ’95. prosegui la lettura…

SABATO 16 OTTOBRE, ore 15,00  –

Ci ritroviamo Sabato 16 Ottobre alle 15 davanti al portone d’ingresso dell’Università di Bologna, in via Zamboni 33, dove Giuliana Raggi e una sua collega ci guideranno a una visita al Museo di Palazzo Poggi.

Resoconto della visita  – è stato un bel pomeriggio che ha visto, in quanto al numero degli aderenti, una partecipazione numericamente inaspettata: in ben 36 persone ci siamo ritrovati in Via Zamboni 33 creando anche un piccolo problema organizzativo a Giuliana Raggi che, molto gentilmente, si è prestata per farci visitare il Museo dell’Università che comprende anche il Museo della Specola.

Quest’ ultima struttura appartiene al dipartimento di Astronomia e ha sede nella torre eretta all’inizio del ‘700 su Palazzo Poggi. Abbiamo avuto l’opportunità di osservare al suo interno vari strumenti astronomici ( astrolabi, orologi solari, cannocchiali, telescopi ) e dall’alto della torretta ( dopo 286 scalini ) abbiamo ammirato uno stupendo panorama di Bologna. La visita è poi continuata nelle diverse sezioni del Museo dell’Università ( galleria delle navi, storia naturale, anatomia, fisica e chimica, architettura militare, stanza della geografia ) e si è conclusa al piano terra nell’aula Carducci, aula nella quale il poeta per ben 43 anni insegnò Letteratura Italiana a partire dal 1860.

Abbiamo trascorso 2 ore molto piacevoli e di ciò rendiamo grazie a Giuliana Raggi e alle sue colleghe per averci dato modo di scoprire tante cose belle della nostra città che spesso sono poco conosciute.

” Signore, fa di me uno strumento della tua Pace :

…… dove c’è disperazione, ch’io porti la Speranza…….”

Riteniamo giusto dar seguito a questa esortazione nei confronti dei nostri fratelli del Pakistan colpiti dalle recenti e disastrose alluvioni del loro territorio, per questa ragione

                DOMENICA 17 OTTOBRE riapre il  BAR DELLA SOLIDARIETA’

Vi aspettiamo sul piazzale della chiesa dove allestiremo, come è ormai consuetudine della nostra Associazione, un bar che consentirà di consumare in compagnia e amicizia caffè, cappuccino, paste, dolci e aperitivo. L’incasso sarà devoluto agli alluvionati del Pakistan e vuole essere un aiuto concreto, anche se modesto, ai nostri fratelli in stato di grave necessità.

Vi aspettiamo numerosi!!!!!

Resoconto – Le previsioni del tempo erano piuttosto negative e puntualmente il maltempo è arrivato: venerdì 15 abbiamo pertanto deciso di rimandare l’iniziativa a data da definirsi. Visto il brusco calo delle temperature e la pioggia che è caduta abbondante per tutta la giornata abbiamo preso la decisione giusta, vedremo di riproporre l’iniziativa non appena le condizioni del tempo saranno più propizie.