Sentieri di pace Onlus

Non c’è una strada per la Pace. La PACE è la strada che possiamo tracciare solo percorrendola (Gandhi)

….. e per Norcia si intende un’area ben più vasta della cittadina nursina, un’area che comprende tutti i comuni dell’Italia centrale che hanno vissuto la tragica esperienza del terrremoto. Il pensiero va alle tante persone che trascorreranno un Natale fuori dalle loro case rimaste danneggiate dal sisma che in più riprese ha arrecato tanti danni all’economia della zona e che dovranno per lungo tempo soffrire i disagi di una forzatamente lenta ricostruzione.
Nella periferia orientale di Norcia esiste un’area dove sorge la chiesa della Madonna delle Grazie, una piccola chiesa che per anni ha ospitato i campi scuola della diocesi di Spoleto Norcia e che è crollata a causa del terremoto di fine Ottobre

                                                Norcia, chiesa della Madonna delle Grazie                             

 

Nell’area adiacente, giovedì 22 dicembre l’Arcivescovo, Mons. Renato Boccardo, ha inaugurato  il Campo Caritas alla presenza di numerose autorità civili e religiose.
Sono stati posizionati anche quattro container che ospiteranno i volontari della Chiesa di Spoleto Norcia e in una adiacente tensostruttura di 150 metri quadrati è stato allestito un emporio di solidarietà che sarà il punto di distribuzione dei generi di prima necessità che vengono portati dai magazzini Caritas di Spoleto. Nella stessa area sorgerà il Centro di Comunità di Caritas Italiana, una struttura in legno per le celebrazioni eucaristiche, per le attività pastorali e che verrà utilizzata anche come luogo per attività di aggregazione e di festa: all’arredamento di tale struttura contiamo di dare, grazie alla generosità di coloro che hanno creduto alle nostre iniziative e grazie al concorso di altre associazioni, un apporto significativo. Accanto al Campo Caritas si è trasferito col proprio camper Don Marco Rufini, parroco di Norcia. L’area della Madonna delle Grazie diventerà quindi il centro pastorale di Norcia per tutto il periodo della ricostruzione.

Sabato 24 Dicembre a mezzanotte Mons. Boccardo presiederà la messa della notte di Natale a Norcia nella tensostruttura adibita a Centro pastorale.
Non possiamo esimerci dal manifestare concretamente il nostro aiuto e la nostra solidarietà alla intera comunità di Norcia, per questa ragione chi volesse dare il proprio contributo all’arredamento del Centro di Comunità si unirà in un abbraccio di fraternità e vicinanza ai cittadini della comunità nursina.
Per chi volesse contribuire a questa finalità l’IBAN di Sentieri di Pace è il seguente IT70 C088 8336 7500 1100 0058 860 ( nella causale del bonifico specificare che la destinazione è a favore del Centro di Comunità di Norcia ).

 

 

GRAZIE a tutti voi e alle vostre famiglie coi nostri migliori Auguri di BUON NATALE.

 

 

 

 

 

In occasione del pranzo tenutosi in Oratorio domenica 11 è stato anticipato come sarà utilizzato il ricavato della manifestazione pro terremotati: in funzione del costo finale e della somma di cui disporremo andremo ad arredare, in parte o totalmente, il Centro di Comunità che sorgerà a Norcia ad inizio del nuovo anno.
Questa struttura antisismica svolgerà la funzione di punto di ritrovo polifunzionale per la comunità nursina, in pratica fungerà da sala per feste, riunioni, convegni, luogo di culto e biblioteca  e ospiterà negli anni a venire gli abitanti di Norcia fino a quando non saranno disponibili le strutture pubbliche che nel frattempo dovranno essere ricostruite con criteri antisismici. Sicuramente ci vorrà parecchio tempo prima che ciò avvenga ma l’importante è che nel frattempo la popolazione di Norcia possa usufruire di una struttura sicura, accogliente e ben arredata.

                                                            Norcia – Piazza San Benedetto (oggi )                                          

Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto è quanto  ci impegneremo a realizzare con il ricavato della manifestazione di domenica scorsa che al momento ammonta a 10.308,45 €, una cifra di tutto riguardo ottenuta grazie alla collaborazione con le diverse componenti della comunità ( Caritas, gruppo catechisti ed educatori, Circolo ANSPI, giovani di Azione Cattolica, gruppo giovani famiglie, Sentieri di Pace ), grazie anche all’aiuto esterno di altre associazioni ( Pace Adesso, Scout del MASCI, Arc en Ciel ) e al contributo della comunità di Gallo Bolognese-Casalecchio dei Conti.
Per chi fosse intenzionato a contribuire con una offerta personale allego l’IBAN di Sentieri di Pace che è il seguente IT70 C088 8336 7500 1100 0058 860
Dopo l’Epifania dovrei recarmi con Don Arnaldo a Spoleto per incontrare l’Arcivescovo, Monsignor Renato Boccardo, che ha manifestato il desiderio di incontrarci e conoscerci.
Nella stessa giornata contiamo di fare una visita a Norcia per incontrare il parroco e prendere visione dell’area dove sorgerà il Centro di Comunità: secondo le recenti informazioni che abbiamo avuto l’area è già stata individuata, questa struttura polifunzionale verrà montata in viale Lombrici, a ridosso della Circonvallazione Sud di Norcia.

                                                           Norcia – Piazza San Benedetto ( alcuni mesi fa )

Credo che la giornata di domenica 11 rimarrà impressa nell’angolo dei bei ricordi che sono degni di essere messi in memoria da parte di coloro che hanno partecipato alla manifestazione indetta a favore dei terremotati della Valnerina : è stata una giornata piena di iniziative, a iniziare dalla bancarella natalizia allestita fin dalle 8 di mattina dalla Caritas locale. E’ poi seguita l’iniziativa del TAKE AWAY organizzata a favore dei ragazzi del catechismo e degli automobilisti che transitavano sulla via Emilia

E’ seguito il pranzo in oratorio ( primo piatto basato su penne all’amatriciana, secondo costituito dal classico tagliere di affettati e formaggi della Valnerina ).
Al pranzo hanno partecipato 200 persone: da segnalare il prezioso aiuto che i ragazzi hanno dato nel servizio ai tavoli, una presenza molto bella e significativa.

La ricca tombola dotata di un centinaio di premi ha visto la numerosa partecipazione dei presenti, al termine è iniziato il concerto del complesso musicale I PROTOTIPI : musica anni 70 – 80 che ha fatto rinascere tanti bei ricordi nelle persone presenti.
Verso le 18,00 sono entrati in azione gli scouts del MASCI con le loro fantastiche crescentine

In questo modo si è dato il via alla parte conclusiva della giornata dedicata ai più giovani: un successone le crescentine ripiene di prosciutto e affettati vari acquistati pochi giorni prima a Norcia, prova ne sia che non sono bastati 30 chilogrammi di impasto ( forse la prossima volta sarà meglio partire con 50 chilogrammi !! ).

Una bellissima giornata che è sintetizzata nella raccolta di foto che si possono consultare cliccando sul seguente lin

 

 

Di fronte ai tragici eventi che hanno colpito negli ultimi mesi le popolazioni dell’Italia centrale non ci si può esimere dal rispondere con gesti concreti di solidarietà: con questo spirito le diverse componenti della comunità di Osteria Grande si stanno mobilitando per dare luogo, Domenica 11 dicembre, ad una serie di eventi finalizzati a dare un contributo al sostegno economico di chi ha subito le tragiche conseguenze del terremoto.
locandina-amatriciana-2

Preceduto dal mercatino  natalizio che la Caritas locale appronterà per l’occasione e dall’iniziativa Take Away riservata ai ragazzi e genitori dei catechismo, momento centrale della manifestazione sarà il pranzo in Oratorio basato su piatti tipici delle zone terremotate : pasta all’amatriciana alla quale seguirà il classico secondo piatto costituito dal tagliere di affettati e formaggi della Valnerina.
Al riguardo va segnalato l’ottimo risultato di una iniziativa che è stata messa in cantiere in questi giorni e che ha registrato la vendita di oltre quattro quintali di formaggi e affettati acquistati a Norcia: mediante un efficace passaparola tante persone hanno contribuito a rendere particolarmente riuscita tale iniziativa il cui unico scopo è quello di dare fiducia nella rinascita agli operatori locali del territorio  per fare ripartire una economia che ha subito serie conseguenze a seguito del terremoto.
Invitiamo tutti ad essere presenti al pranzo in Oratorio che inizierà alle 12,30, contiamo di essere in tanti a partecipare a questa gara di solidarietà : il contributo alle spese per il pranzo è di 20€ per gli adulti, 10€ per i ragazzi dai 6 agli 11 anni, gratis per i bambini nella fascia di età 1 – 5 anni.
Prenotazioni presso Eleonora 339 8852381, Claudio 328 3054976 , e presso l’Oratorio  051 945674 
Nel pomeriggio sarà la musica a rallegrare la seconda parte della giornata : due complessi musicali si alterneranno per intrattenere i presenti mentre gli Alpini della sezione di Castel San Pietro prepareranno il vin brulè.
Entreranno poi in azione gli scout del M.A.S.C.I. che prepareranno le deliziose crescentine  per le quali sono diventati famosi nel Circondario: affettati di vario tipo e formaggi acquistati a Norcia saranno il riempitivo di queste delizie.
Vi aspettiamo numerosi, non fate mancare il vostro sostegno a questa bella iniziativa di solidarietà!!
A presto!!

 

Siamo arrivati alla settima edizione dell’appuntamento con gli appassionati della Tombola, evento che su base annuale a Dicembre ricorda l’impegno della Associazione nel sostegno al progetto pro Brasile ( Casa Famiglia Chiappini e Asilo di Marajò ).
Ci troveremo quindi in Oratorio Sabato 3 Dicembre alle 20,30 coi nostri soci e simpatizzanti per dare inizio ad una serie di una decina di tombole a cui farà seguito la tradizionale lotteria.
La manifestazione è aperta a tutti, ci aspettiamo una nutrita presenza di soci e simpatizzanti.

schermata-2016-11-12-alle-13-07-59

Nel fine settimana 22-23 Ottobre una comitiva di 84 persone si è recata in pellegrinaggio a Roma in occasione del Giubileo della Misericordia.

img_3153

Prima meta il colle Aventino dove siamo stati ospiti per il pranzo al sacco dei monaci benedettini che ci hanno messo a disposizione lo splendido giardino prospiciente la chiesa di Sant’Anselmo.

img_7517

 

Nel pomeriggio, dopo una sosta presso il Giardino degli Aranci che permette la vista di un bellissimo panorama di Roma, abbiamo  visitato la basilica di Santa Sabina, una delle più belle e meglio conservate basiliche paleocristiane, luogo dove ogni anno il Papa pronuncia l’omelia del Mercoledì delle Ceneri.

img_3109

Successivamente a piedi la comitiva si è trasferita in Santa Maria in Trastevere dove Don Arnaldo ha celebrato la Santa Messa.

dsc_1647

Dopo la cena molti hanno trascorso la serata in Piazza San Pietro che nel buio risalta per la sua imponenza

img_3136

la domenica mattina è trascorsa in piazza in attesa dell’Angelus

dsc08594

Nel pomeriggio processione da Castel Sant’Angelo per il passaggio dalla Porta Santa

img_8891

e l’ingresso nella cattedrale che mette in grande evidenza i bellissimo tesori di cui è ornata

img_8951

Un bellissimo fine settimana vissuto nella fede e nella gioia della condivisione e dello stare insieme.

E’ qui sotto disponibile anche il video della durata di venti minuti che mette in evidenza i momenti più significativi di questa 2 giorni

 

 

 

 

Viene organizzato per Giovedì 29 Dicembre un viaggio in pullman per la visita a Treviso di una importante mostra di pittura dal titolo

STORIE DELL’IMPRESSIONISMO – I grandi protagonisti da Monet a Renoir, da Van Gogh a Gauguin

A seguire il dettaglio del programma con i relativi costi . Sono già aperte le iscrizioni, chi desiderasse partecipare è pregato di farlo quanto prima: abbiamo prenotato 2 visite guidate per 2 gruppi da 25 persone ciascuno ed è necessario confermare tale prenotazione mediante pagamento entro un mese dall’evento, in altri termini entro fine Novembre dobbiamo capire, in funzione del numero di adesioni ricevute, se confermare o meno  le 2 visite guidate e corrispondere il relativo prezzo oltre a definire con la compagnia di viaggio il tipo di pullman  da utilizzare ( 30 o 50 posti ).

 

schermata-2016-10-25-alle-14-07-23

Prenotatevi, è una ottima occasione per apprezzare i capolavori dell’Impressionismo, l’importante corrente artistica nata in Francia nella seconda metà dell’Ottocento e che annovera pittori famosi quali Monet, Renoir, Gauguin, Van Gogh, Cezanne e Degas.
Prima di effettuare la visita guidata del pomeriggio approfitteremo della seconda parte della mattinata per visitare il centro di Treviso.

loggia-dei-signori
Cuore della città e luogo di incontro dei trevigiani è Piazza dei Signori col suo Palazzo del Trecento e l’elegante Loggia dei Cavalieri.
I due fiumi che l’attraversano, il Sile e il Cagnan, s’insinuano fra le sue vie e donano un fascino unico al centro storico racchiuso dalle antichissime mura.

sile

Le case porticate con belle facciate affrescate si riflettono sul canale dei Buranelli e l’isola della Pescheria e raccontano lo stretto legame di Treviso con le sue acque risorgive.

sile-1

Vi aspettiamo!!

 

Il 20 maggio 2012 un disastroso terremoto di intensità 5,9 della scala Richter della durata di 20 secondi colpiva alcune zone settentrionali dell’Emilia Romagna seguito a 9 giorni di distanza da un secondo evento sismico di pari intensità: 27 le vittime e ingenti danni valutati di entità superiore ai 10 miliardi di euro erano il quadro desolante del bilancio.

 

schermata-2016-10-21-alle-12-27-16schermata-2016-10-21-alle-12-27-35

In virtù dell’amicizia che legava Don Arnaldo con Don Ferdinando Gallerani, parroco di Mirabello, ci prendemmo a cuore la sorte dell’oratorio della cittadina ferrarese e iniziammo a dar  luogo ad una serie di iniziative volte a recuperare fondi per la ricostruzione di questa struttura così importante come elemento di aggregazione delle nuove generazioni. schermata-2016-10-21-alle-12-27-16A distanza di quattro anni le fatiche e l’impegno nella ricostruzione hanno iniziato a evidenziare i primi significativi progressi: lunedì 17 è stato inaugurato l’oratorio parrocchiale che è stato posizionato esattamente nella stessa area dove sorgeva la precedente struttura.

schermata-2016-10-21-alle-12-48-10

La serata è iniziata con la Santa Messa presieduta dal nostro Arcivescovo Don Matteo Maria Zuppi  e alla quale ha poi fatto seguito la cerimonia di inaugurazione del nuovo edificio realizzato con criteri antisismici: ben volentieri, congiuntamente a Don Arnaldo che ha concelebrato la messa, abbiamo partecipato a questo evento che va visto come un segno di investimento e speranza nel futuro di questo paese che a breve cambierà nome assumendo la nuova denominazione di Terre del Reno. Il processo di fusione dei comuni nella nostra regione prevedeva infatti per domenica 16 un referendum fra i cittadini dei comuni di Mirabello e Sant’Agostino per fondersi in un unico comune. Ha prevalso il SI’ e sicuramente in questa affermazione ha pesato la sofferenza del terremoto che ha cambiato le prospettive che si traducono nella necessità di mettere insieme le risorse e i servizi per poter ripartire.

schermata-2016-10-20-alle-13-45-49

Non nascondo l’intima soddisfazione che ho provato nell’entrare in questo nuovo edificio pensando che una parte di questa struttura è stata edificata grazie al contributo delle tante persone che con grande generosità hanno condiviso con Sentieri di Pace questo progetto.

img_7473

Tanto resta ancora da fare, basta dare uno sguardo esterno all’oratorio per rendersi conto che i segni del terremoto sono ancora più che mai visibili e tali resteranno per anni : la vecchia chiesa, per quanto già messa in condizioni di sicurezza, necessiterà di un lungo e complesso intervento prima di venire nuovamente utilizzata.
Al momento si è dato luogo ad una sua copertura provvisoria e al rifacimento delle volte della navata centrale ma tanto rimane ancora da fare.
Consola il pensiero che i cittadini di Mirabello hanno comunque da tempo abbandonato la tenda sotto la quale per diversi mesi era stata celebrata la messa e ora hanno disponibile una nuova struttura antisismica e accogliente.

schermata-2016-10-20-alle-16-34-23

Per festeggiare l’inaugurazione del nuovo oratorio abbiamo realizzato una breve presentazione della durata di circa 9 minuti che raccoglie le foto più significative scattate in occasione della serata ( vedasi sotto ).

Una splendida giornata di sole ha fatto da cornice all’iniziativa del Bar in piazza che si è tenuta domenica 16 Ottobre sul piazzale della chiesa.

img_3047

L’iniziativa aveva lo scopo di sostenere economicamente il progetto di recupero delle bambine di strada che vivono nelle periferie e bidonville di Haiti e segnava l’inizio del nuovo anno catechistico.

img_3042

Catechisti ed educatori hanno dato luogo alla produzione di dolci e biscotti che sono stati messi in vendita dopo la conclusione delle 2 messe mattutine: è stato venduto tutto quanto era stato messo a disposizione dei numerosi genitori e ragazzi presenti realizzando un risultato economico di tutto rilievo che verrà devoluto alla Onlus Pane Condiviso.

Una tranquilla serata alla quale hanno partecipato 120 soci e simpatizzanti è stato l’elemento distintivo della cena tenutasi sabato 15 ottobre nel nostro oratorio.

img_3038

La sera precedente una dozzina di volontari ha preparato la cena che come primo piatto prevedeva un tris di risotti ( particolarmente apprezzate le versioni color bianco al limone e il riso nero alla pancetta e verdure grigliate ) e a seguire polpette con patate, spezzatino ai piselli e friggione.

img_3040

Al termine della cena, terminata con i dolci portati dai convenuti sono state illustrate le iniziative in cantiere che verranno proposte nel prossimo futuro, la prima delle quali è la tombola pro Brasile che si terrà in oratorio sabato 3 dicembre.

img_3039

 

Già fissata anche la data della gita che terremo nel fine settimana 13 e 14 Maggio: la meta sarà il Santuario della Madonna della Corona nei pressi di Monte Baldo con pernottamento alla Garda Family House ( Castelletto di Brenzone, VR ), struttura situata sulla sponda orientale del Lago di Garda.

madonna-della-corona

                                              Santuario della Madonna della Corona

garda-family-house

                                                                    Garda Family House