………. e non manca di manifestarsi nei momenti che ci sembrano più difficili: quello che segue e che riguarda la nostra Associazione è un piccolo episodio che ne conferma l’immancabile esistenza.

Capita spesso di trovare nella propria buchetta della posta un tipo di corrispondenza che, dopo un rapido esame, è destinato al bidone della carta da riciclare: non è raro che questa corrispondenza giaccia per un po’ di giorni in un angolo recondito della casa in attesa di fare la fine descritta assieme ad altra che nel frattempo è arrivata. Anche nella nostra canonica, da circa un mese, giaceva una pila di questo tipo di corrispondenza destinata al bidone delle immondizie: questa mattina, mentre faceva colazione, Don Arnaldo ha iniziato a sfogliare una di queste pubblicazioni e ad un certo punto ha avvertito al tatto un inusuale spessore.Incuriosito, ha notato che fra le due pagine successive di questa pubblicazione c’era una piccola busta indirizzata a Sentieri di Pace. Cos’era probabilmente successo ? Che questa piccola busta, infilata all’incirca un mese fa nella buchetta della posta della canonica, aveva trovato rifugio all’interno della pubblicazione citata senza farsi minimamente notare. Soltanto quindi casualmente il nostro parroco emerito si è accorto della presenza della busta fra i fogli della pubblicazione e me l’ha subito comunicato. E’ stato un puro caso o è intervenuta la Provvidenza? 
Grande è stata la sorpresa quando ho aperto questa busta all’interno della quale c’erano, inserite fra 2 biglietti da visita privi di qualunque commento, alcune banconote.All’ignoto benefattore che ha disposto di donarci la somma di 500 € va il più vivo ringraziamento dell’Associazione per questo bel gesto che dimostra nei fatti l’esistenza della parola Provvidenza: sì, la Provvidenza, intesa come l’ordine concepito da Dio per dirigere ciascuna delle cose create al proprio fine, esiste ed è il dono, l’avvenimento che giunge inaspettato quando più è necessario.E’ il caso di questa donazione disposta da una generosa persona a favore della nostra Associazione che, come tutte le realtà similari, ha dovuto far fronte ad un anno veramente difficile causa Coronavirus e la conseguente cancellazione di tutte le nostre usuali iniziative che da sempre sono state la fonte di finanziamento dei nostri progetti.

Pietro da Cortona – Il trionfo della divina Provvidenza – affresco sulla volta del primo piano di palazzo Barberini